Utilizziamo cookie per assicurarti una migliore esperienza sul sito. Utilizziamo cookie di parti terze per inviarti messaggi promozionali personalizzati. Per maggiori informazioni sui cookie e sulla loro disabilitazione consulta la Cookie Policy. Se prosegui nella navigazione acconsenti all’utilizzo dei cookie.
 
 

Passeggiate ed escursioni di trekking fra le più belle e panoramiche del nostro territorio

La primavera al Lago di Garda

Spesso le Dolomiti di Brenta sono ancora innevate mentre qui sul Garda le montagne sono già verdi, di un verde nuovo e brillante che sa di primavera. Qua e là i fiori rosa porpora dell’albero di Giuda esplodono in un tripudio floreale e tu stai lì con il naso all’insù a godere del primo sole che scalda la pelle.

C’è una gran vitalità nei piccoli paesi e si alzano le serrande: sono i negozi, ristoranti e bar che si fanno belli per l’arrivo della nuova stagione.

La voglia di stare all’aperto è tanta e siamo pronti a partire con lo zaino a spalle alla scoperta dei punti panoramici più belli della nostra zona. Ce n’è per tutti i gusti: per chi cerca il relax nella fatica o il silenzio in mezzo ai colori e ai profumi della natura più bella.

La scalinata Busatte Tempesta

All’AktivHotel SantaLucia la chiamiamo anche l’alter ego della Strada del Ponale. Si trova sulla sponda est del Lago di Garda, è uno dei percorsi a mezza costa più panoramici di tutto il territorio ma a differenza della Ponale vi aspettano circa 400 scalini suddivisi su tre scale che dal parco delle Busatte portano a Tempesta. Questo percorso parte dall’hotel, è adatto a chiunque e siamo certi che rimarrete colpiti dagli scorci panoramici a picco sul Garda.


Valletta Santa Lucia


Questa è una facile passeggiate che unisce storia e panorami. Il percorso parte dall’albergo e sale in mezzo ai campi di olivo su una strada romana percorsa dai veneziani nel 1439 che, arrivando dall’Adige, con venticinque barconi e sei galere, hanno sorpreso e sconfitto le truppe milanesi in difesa degli alleati bresciani. Lungo il percorso troverete un capitello con dei dipinti che vi spiegano questo pezzo di storia. Si esce dalla Valletta Santa Lucia, passando da Nago, da Castel Penede e con tappa nella baita del nostro Willy (mettere il link). Dalle ruderi del castello vi aspetta una bella vista sul Garda, con il Monte Brione, le foci e la valle del Sarca.
 

Punta Larici


Si trova sulla costa ovest del Lago di Garda ed è tra i punti panoramici più famosi della zona. Si parte da Riva del Garda, salendo dalla Strada del Ponale e da Pregasina. Per chi non vuole fare tanta fatica può accorciare il percorso e partire da Pregasina lasciando la macchina sotto alla chiesa del paese. Da Pregasina si sale su una facile strada nel bosco che porta a una punta rocciosa abbastanza esposta con un panorama da urlo.


Funivia Malcesine Monte Baldo


Con l’arrivo della Pasqua anche la Funivia Malcesine Monte Baldo riapre.
La funivia, in quindici minuti di viaggio, vi porta da Malcesine al Monte Baldo, a quota 1800 circa. La cabina del secondo tronco fa un giro completo di 360 gradi durante la corsa; è bello vedere il paesaggio che cambia: prima il lago con le sue isole e le spiagge, poi le colline e le montagne insieme da una prospettiva nuova, altrimenti inaccessibile.

Arrivati sul Monte Baldo potete fare qualche facile passeggiata, come quella che in pianura porta fino al punto più a nord del crinale del Baldo. Appena scesi dalla funivia, basta prendere la prima salita a sinistra a nord e camminare dritti su qualche lieve sali e scendi fino alla fine del crinale. Arrivati alla staccionata, davanti a voi, il Monte Altissimo di Nago e l’Alto Garda in tutto il loro splendore.

Se invece avete bisogno di muovervi, sappiate che da lì partono anche escursione un po’ più lunghe o impegnative come l’anello del Sentiero del Ventrar che incide la parete Nord della Colma di Malcesine, la discesa a piedi fino a Malcesine, il giro della Riserva Naturale Integrale Lastoni Pezzi, o il tour delle cime, un percorso difficile, che dalla stazione a monte della funivia porta, lungo il crinale del Baldo, fino a Cima Telegrafo per scendere a Prada e San Zeno di Montagna.


Il Monte Altissimo di Nago


Dai Prati di Nago, in circa un’ora e mezza di cammino sul sentiero 601 si sale fino ai 2079 metri del Monte Altissimo di Nago. Il Monte Altissimo di Nago fa parte della catena del Monte Baldo ed è il terzo più alto, più basso della più alta Cima Valdritta di soli 139 metri.
Lassù trovate un rifugio gestito dalla giovane Eleonora che vi propone degli ottimi piatti locali di montagna come canederli, gulasch, polenta, formaggio e funghi.
Prima di scendere però dirigetevi verso ovest per arrivare al punto panoramico del Monte Altissimo. Sotto ai vostri piedi si apre la vista su tutto l’Alto Garda e guardando verso sud, tutto il crinale del Monte Baldo. Nelle giornate più limpide la vista si allunga fino alla fine del lago di Garda.


Potremmo farle insieme! Una volta alla settimana infatti Christine, Silvio o le guide che collaborano con noi organizzano delle escursioni guidate alla Valletta Santa Lucia o lungo la scalinata Tempesta Busatte. E si sà, passeggiare con una guida locale ha tutto un altro sapore: vi aspettano i racconti, le chicche e i consigli preziosi dei local.
Vi aspettiamo.
 
 
Aktivhotel Santalucia
 

Certificazioni

Vai alle recensioni
N. 1 di 2.019 hotel al Lago di Garda935 Recensioni su
N 1. di 2.019 hotel al Lago di Garda1.730 recensioni su
N. 1 di 3.867 strutture al Lago di GardaEccellente 2.194 recensioni su
 
Contatto
 
Via Santa Lucia, 638069 TorboleItalia+39 0464 505140+39 0464 505509
We are social
Condividete la nostra passione
Newsletter
Per essere sempre aggiornati
 
 
>
 
 
© 2019 AktivHotel SantaLuciaproduced by Zeppelin Tourism – Internet Marketing